Vacanze in
agriturismo
Nel paradiso delle mele
Obergostnerhof

Mete per gite ed escursioni a Chiusa (in Val d’Isarco) e dintorni

Numerose attività per tutta la famiglia in mezzo a vigneti e castagneti nelle splendide montagne dell'Alto Adige... Questo è il segreto per una vacanza indimenticabile!

Il nostro altopiano soleggiato è il perfetto punto di partenza per numerose gite ed escursioni. Velturno è raggiungibile via sentiero con una camminata di circa 30-40 minuti. E anche la splendida passeggiata che conduce al Monastero di Sabiona vi lascerà sicuramente a bocca aperta. Inoltre, Chiusa, nota come "la cittadina di Dürer", con i suoi graziosi vicoletti e le tipiche casette a schiera è raggiungibile con una passeggiata di circa 25 minuti. Per i veri amanti della montagna e gli escursionisti più esperti consigliamo i sentieri che portano alla Croce di Latzfons, santuario più alto d'Europa, o al Rifugio Lago di Rodella, situato a circa 4 ore di camminata dal nostro agriturismo.
Anche Bressanone, ex città episcopale, affascina con i suoi monumenti e luoghi d'interesse storici e attrae con numerose possibilità di shopping. Il nostro agriturismo è il posto giusto per voi anche se siete alla ricerca di relax e divertimento tipicamente invernali! Infatti, tutte le aree sciistiche della Val Gardena sono comodamente raggiungibili in automobile in soli 40 minuti.

Sentiero "Birmehlweg"

Il sentiero "Birmehlweg" ha inizio presso la piazza di Verdignes, scende al borgo di Pardell per poi risalire fino al Maso "Moar zu Viersch", e fare quindi ritorno, su un antico sentiero lastricato, al punto di partenza.

Per maggiori informazioni

Cappella del Cimitero di Verdignes

Al suo interno si trova una rappresentazione della ruota della vita, risalente al 1736, che raffigura la vita dell'uomo dalla culla alla tomba, nonché gli ultimi quattro punti dell'esistenza umana: la morte, il giudizio universale, il paradiso e l'inferno.

"Keschtnweg": il Sentiero del Castagno in Val d’Isarco

Un sentiero escursionistico che si estende da Varna, poco lontano da Bressanone, lungo le pendici della Val d’Isarco e conduce attraverso prati, fattorie d’altri tempi e secolari castagni.

Per maggiori informazioni

Castel Velturno

-situato lungo il Sentiero del Castagno-
Castel Velturno fu edificato tra il 1577 e il 1587 dal principe vescovo di Bressanone, e rimase di proprietà dei suoi successori fino al 1803. In seguito, entrò prima in possesso degli Imperatori d'Asburgo e poi passò in mani private.
DPiù tardi, il principe Johann von Lichtenstein donò il castello, precedentemente da lui acquisito, alla città di Bolzano. Nel 1978 l'immobile divenne proprietà dell'Alto Adige ed è oggi un luogo molto visitato, sede anche di numerosi eventi.

Monastero di Sabiona

-situato lungo il Sentiero del Castagno-
Il Monastero si erge sul monte Sabiona, definito anche "il Monte Sacro", ed è considerato uno dei luoghi di pellegrinaggio più antichi del Tirolo. I primi cenni storici al chiostro ladino di Sabiona risalgono al 1503.
Ormai da 300 anni il monastero è di proprietà dell'ordine benedettino e tutt'ora abitato da alcune monache di clausura. All'interno del complesso monasteriale è possibile visitare la Chiesa di Nostra Signora, la Chiesa Santa Croce nonché la Cappella delle Grazie.

Chiusa, la "cittadina di Dürer"

Tra il 1494 e il 1495 la cittadina di Chiusa ospitò l'artista Albrecht Dürer, che fissò le sue impressioni del centro urbano nella famosa incisione allegorica "Das große Glück". Nel 19esimo secolo Chiusa divenne teatro di una vivace vita artistica e crocevia di incontri, guadagnandosi così la denominazione di "cittadina degli artisti".

Rifugio Chiusa e Santa Croce di Latzfons

Percorso consigliato: da Velturno raggiungere in auto Latzfons, parcheggiare presso il maso Kühhof (1550 m) e imboccare il sentiero n. 17, che con una leggera salita porta al Rifugio Chiusa. Passando per il Rifugio Runggerer raggiungere il crocevia che porta fino alla Santa Croce di Latzfons. Proseguire poi lungo il sentiero n. 17 fino a alla Cima di San Cassiano (2581 m).
Punto di partenza: maso Kühhof
Tempo di percorrenza: 3 ore
Dislivello: circa 1030 m

Baita Stöfflhütte

È un'accogliente baita sull'Alpe di Villandro e si trova a 2057 m di altezza in una posizione idilliaca con vista panoramica mozzafiato.

Per maggiori informazioni

Miniera di Villandro

Già dall'inizio del XX secolo, in seguito alla cessazione dell'attività estrattiva, si decise di chiudere la miniera e la sua galleria "Elisabeth Stollen" che solo in seguito fu resa accessibile ai visitatori.

Di più
Abitare